martedì 27 ottobre 2020

Nature vs Natural

 

 Nature Aquarium vs Natural Aquarium

 

 


 


cambiano solo un paio di lettere tra questi due modi di interpretare la passione per l'acquario... solo due lettere... ma in realtà la differenza che esse comportano è abissale...


Premetto che a me piacciono entrambi, e mi alterno tra una tipologia e l'altra, da sempre... Vorrei però spendere qualche minuto al fine di sintetizzare la differenza di base che separa queste due macrocategorie, che sono una il totale opposto dell'altra.


Recentemente una amica mi ha chiesto info su come allestire un acquario... dopo anni che non ha più acquari... e come sempre mi sono trovato di fronte al solito bivio... ovvero verso cosa indirizzarla... "che tipo di acquario vorresti ammirare nel tuo salotto?" è la prima domanda di ordinanza in questi casi... che in pratica equivale a chiedere "cos'è che ti fa restare a bocca aperta quando ti fermi ad ammirare un acquario?" ... sta tutta lì la questione.


Per molte persone l'acquario è principalmente un elemento di arredo, e come tale deve risultare stupendo, dovrà SEMPRE risultare stupendo... stupendo e perfetto, al punto da diventare per gli eventuali amici e parenti l'elemento di maggior attrazione della casa. Queste persone puntano quindi al look, esclusivamente al look dell'allestimento.
Per altre persone invece, in genere una minoranza, l'acquario è un mezzo per poter osservare la natura sommersa, per poter vedere come vivono i pesci, gli invertebrati acquatici, come si sviluppano le piante acquatiche, e i meccanismi che regolano un ecosistema fluviale in miniatura, seppur nell'artificiosità di un acquario.


Sta tutto qui il bivio... in cui Nature e Natural rappresentano le icone degli estremi opposti... entrambi affascinanti... ma completamente inaccostabili.


Ma sintetizziamo le differenze principali...



1. AMBIENTAZIONE

Nature Aquarium: rappresentazione di uno scorcio di natura EMERSA


Natural Aquarium: rappresentazione di uno scorcio di natura SOMMERSA



Quindi nel Nature Aquarium si rappresentano scorci boschivi, vallate, catene montuose, prati con ruscelli, paesaggi collinari, foreste.... creandone miniaturizzazioni, mediante l'impiego di piante acquatiche, piante palustri adattate alla sommersione, muschi.
Nel Natural Aquarium si rappresentano possibili scorci sommersi di un fiume, o di un lago, o semplicemente si fanno convivere delle piante acquatiche e dei pesci senza dare particolare importanza al look.



2. ESTETICA DELLE PIANTE

Nature Aquarium: le piante, pur essendo acquatiche o palustri, vengono portate ad un look da pianta emersa. Un muschio servirà a rappresentare una pineta vista in lontananza, delle felci acquatiche verranno usate per rappresentare le fronde di un albero, delle piantine a stelo rossastre serviranno a simulare un bosco nel pieno della colorazione autunnale, etc.. etc.. Un po' come costruire un presepe, o un plastico dei trenini, utilizzando però 100% piante vere, sommerse. Le potature devono avvenire quasi quotidianamente, con grande perizia. Inoltre tutte le piante devono sempre apparire perfette, quindi ne va curata con grandissima attenzione la nutrizione e l'illuminazione. Vi assicuro che non è facile ottenere risultati degni di nota...


Natural Aquarium: le piante acquatiche utilizzate, interpretano sè stesse. Le li lascia libere di crescere e svilupparsi in modo naturale. Le potature avvengono solo nel momento di un reale bisogno, ad esempio per contenere una specie troppo invasiva.


3. ESTETICA DEGLI ARREDI

Nature Aquarium: i legni rappresentano fusti di piante, piante emerse, boschi, e le pietre rappresentano rocce emerse, ad esempio massi prealpini, o addirittura intere catene montuose, ovviamente miniaturizzate. Tutti questi arredi dovranno sempre risultare perfettamente puliti e privi di alghe, in quanto le alghe non esistono in un ambiente emerso, per cui la loro presenza va combattuta con ogni mezzo. La presenza visibile di alghe in un Nature Aquarium viene vista dagli appassionati (e dai giudici in caso di contest) come un grave indice di incapacità di gestire l'acquario, quindi come un elemento di demerito. Gli arredi proposti per il Nature Aquarium sono selezionati appositamente per poter simulare miniaturizzazioni di scorci di natura emersa. Le pietre in particolare sono sempre frastagliate e spigolose, prive completamente della sinuosità tipica di un ciotolo rinvenibile sul fondale di un fiume.

Natural Aquarium:  i legni rappresentano legni caduti in acqua e col tempo affondati, mentre le pietre rappresentano sassi e ciotoli tipici del fondale di un fiume. Il fondale stesso dell'acquario dovrebbe presentare un look più possibile simile a quello osservabile sul fondale di un vero fiume, ed anche qui spesso bisogna ricorrere ad un pochino di miniaturizzazione, scegliendo elementi d'arredo giusti e collocandoli in modo mirato. La presenza di alghe è ben accetta in acquari del genere, ma va comunque un pochino contenuta onde evitare di ritrovarsi un acquario completamente pieno di alghe, al punto da provocare il soffocamento delle eventuali piante acquatiche presenti, per le quali le alghe sono concorrenti alimentari.


4. LUCE

Nature Aquarium: illuminazione in genere molto forte, e piuttosto fredda come temperatura di colore. La luce deve sembrare quella che abbiamo sulla testa quando passeggiamo per strada in una giornata di pieno sole.

Natural Aquarium: illuminazione moderata, con temperature di colore solitamente calde o medio calde. Se fate immersioni nei fiume saprete perfettamente come lì sotto il tutto appaia più ambrato... Ecco in un Natural Aquarium la luminosità idealmente dovrebbe somigliare a quella.


5. ANIMALI

Nature Aquarium: triste doverlo ammettere, ma generalmente in un Nature Aquarium anche i pesci sono considerati principalmente degli elementi di arredo, parte di quell'arredo globale che l'acquario andrà a rappresentare, una sorta di ciliegina sulla torta, vengono quindi scelti in base alle dimensioni, al colore, alle caratteristiche di nuoto, in modo da integrarsi perfettamente nell'ideale di look globale che si vuole andare a ricreare. Fondamentalmente trattandosi di una miniaturizzazione di uno scorcio di natura emersa, i pesci dovranno sembrare idealmente quasi al pari di uno stormo di minuscoli uccelli, in volo sul paesaggio che si è andati a creare. Gli eventuali invertebrati vengono inseriti in quanto vengono utili nel contrasto della formazione della alghe, quindi in pratica servono a tenere più pulito e perfetto il look del nostro bell'acquario.

Natural Aquarium: gli animali che inseriamo, siano essi pesci, crostacei, o invertebrati, vengono inseriti perchè sono loro il vero fulcro del nostro acquario, il vero fine. Li inseriamo perchè ci piacciono, vogliamo provare a farli vivere nel nostro acquario, vogliamo studiarne in comportamenti, cercando di assisterli al meglio, in un ambiente che sia il più possibile idoneo alle loro esigenze, sperando nella migliore delle ipotesi di poterne ossevare anche la riproduzione.


6. IN SINTESI

Nature Aquarium: pieghiamo la natura a nostro piacimento, plasmandola fino a portarla alla realizzazione di una immagine che ci siamo prefissati di trasferire all'interno del nostro acquario.  Un'immagine che in genere non ha nulla a che fare con un ambiente underwater. Allestiamo un acquario al pari di come allestiremmo un giardino zen, o una fioriera da piazzare sul balcone, o una aiuola da tenere poi sempre perfettamente ordinata. Conta solo il look finale dell'insieme. Si parte con una idea già ben chiara in mente, spesso progettata per mesi super minuziosamente, e si fa tutto il necessario per realizzarla il più fedelmente possibile. Risultato poi da mantenere possibilmente inalterato, fino a che non ci si stufa di quel quadro vivente creato, iniziando a progettare il successivo. Se va tutto secondo i piani sei un grande, mentre se avviene qualcosa di imprevisto sono rogne. Un acquariofilo da un acquario del genere spera di ricevere soddisfazione personale, gratificazione, la dimostrazione di essere bravo a realizzare e gestire un acquario pensato e vissuto al pari di un'opera d'arte. In effetti gestire forme di vita sommerse, mantenendole esteticamente al pari di quelle emerse... è tutt'altro che semplice. Ci vogliono una grande esperienza ed una profonda conoscenza della materia, e un nature aquarium da contest è effettivamente la prova reale di quanto siamo diventati bravi a gestire questa complicata e meravigliosa materia... Nel Nature Aquarium è l'acquariofilo che sale in cattedra, e prova nel suo piccolo a sostituirsi a Madre Natura, o meglio prova a domarla, indirizzarla, plasmarla a proprio piacimento. Un aquascaper davvero bravo, con la natura sommersa sa andarci a braccetto, e riesce a dominarla e rispettarla al tempo stesso, anche se però non leverà mai totalmente quel guinzaglio con cui la tiene sottomessa.

Natural Aquarium: lasciamo la natura quasi totalmente libera di esprimersi nello spazio confinato che abbiamo messo a sua disposizione. A tal fine allestiamo l'acquario, per poter osservare un comportamento il più naturale possibile delle specie in esso inserite, che si tratti di piante acquatiche o di animali. Si da una linea generale di base a livello di look iniziale, e poi si gestisce la vasca in base a come la natura evolve al suo interno, assecondandola. Un acquariofilo da un acquario del genere spera di ricevere stupore, cose inaspettate, scoperte meravigliose, imprevedibilità, insegnamenti sui meccanismi che regolano la vita e la natura underwater. L'acquariofilo si approccia con umiltà alla natura sommersa creando un Natural Aquarium, ha fame di conoscenza, è curioso, e lascia che sia Madre Natura a salire in cattedra.


NOTE FINALI

Ritengo entrambe modalità valide e meritevoli di interpetare questo fantastico hobby, e non necessariamente una delle due va considerata più "giusta" dell'altra. L'importante è comunque evitare di maltrattare gli animali presenti in vasca, rispettanto quanto più possibile le loro esigenze, esigenze che possono venire meno sia in un Nature Aquarium sia in un Natural Aquarium, se non si è capaci di gestire la propria vasca nel modo corretto. L'appasionato di Nature Aquarium sarà inevitabilmente mosso principalmente dalla passione per l'estetica e per la bellezza della natura, mentre l'appassionato di Natural Aquarium sarà mosso principalmente dalla passione per i biotopi underwater, e per la vita della fauna acquatica. Il primo troverà ispirazione facendo passeggiate nei boschi e trekking in montagna, il secondo facendo immersioni nei fiumi e nei laghi. Io rispetto entrambi, a patto che al primo posto entrambi mettano sempre il rispetto delle forme di vita che andranno ad inserire nei propri acquari. 


Foto di alcuni Nature Aquarium...








Scorci naturali emersi di ispirazione per gli amanti del Nature Aquarium...









Foto di alcuni Natural Aquarium...

 





 

 

Scorci naturali underwater di ispirazione per gli amanti del Natural Aquarium...











sabato 17 ottobre 2020